Disturbi

Bologna in Lettere 2018 – Dislivelli – Premio di poesia contemporanea per opere edite e inedite

BOLOGNA IN LETTERE 2018

DISLIVELLI

PREMIO  DI POESIA CONTEMPORANEA

PER OPERE EDITE E INEDITE

 


ESITI 2018 – DISLIVELLI: QUI


 

 

Bando pubblico

 

In occasione della sesta edizione del Festival di Letteratura Contemporanea

Bologna in Lettere

il Comitato Promotore

in collaborazione con Marco Saya Edizioni

rende pubblico il bando per il

Premio di Poesia Contemporanea

 

 Dislivelli

 

Il Premio è aperto a tutti e si intende attivo a partire dal 29/08/2017

La scadenza per l’invio degli elaborati è fissata al 31/01/2018.

Al fine di agevolare i lavori delle giurie e per non causare eventuali disguidi si raccomanda agli autori di non concentrare l’invio degli elaborati negli ultimi giorni disponibili

 

 

Composizione delle giurie

 

SEZIONE A

Daniele Barbieri, Sonia Caporossi

Giusi Montali, Enea Roversi, Enzo Campi

SEZIONE B

Daniele Poletti, Luca Rizzatello, Luca Dimitriy Cenacchi

Marco Saya, Fabio Michieli

SEZIONE C

Francesca Del Moro, Loredana Magazzeni, Antonella Pierangeli

Maria Luisa Vezzali, Giacomo Cerrai

PRESIDENTE DELLE GIURIE

Enzo Campi

Le valutazioni dei testi inediti avvengono in forma anonima.

I giudizi delle giurie sono insindacabili e inappellabili.

 

logo x triangolo

SEZIONI IN CONCORSO

Il Concorso è diviso in 3 sezioni.

Sezione A – Opere edite

Sezione B – Raccolte inedite

Sezione C – Poesie inedite

logo x triangolo

SEZIONE A (Opere edite)

ELABORATI AMMESSI

Poemi, poemetti, sillogi, raccolte di poesia editi dal 2013 al 2018

Sono ammessi testi in altre lingue (o in dialetto) purché corredati di traduzione in italiano.

CONDIZIONI

Ad ogni autore e/o editore vengono richiesti un file in formato word o pdf e 1 copia cartacea dell’opera.

MODALITÀ DI INVIO

 (doppio invio sia telematico che cartaceo)

INVIO TELEMATICO

Formato elettronico come allegato pdf o .doc o .docx all’indirizzo concorsi@bolognainlettere.it con oggetto “concorso Dislivelli – sezione A”. Gli elaborati dovranno essere inviati entro il 31/01/2018, accompagnati dalla scheda di partecipazione (scaricabile a fondo pagina) debitamente compilata e firmata. Allo scopo di agevolare le procedure di registrazione è obbligatorio allegare copia della ricevuta del versamento. Il corpo della email dovrà comunque contenere nome, cognome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza, recapito telefonico, titolo dell’opera.

INVIO CARTACEO

N° 1 copia dell’opera da inviare, per posta ordinaria (posta 4 pro o piego di libri; non effettuare spedizioni a mezzo raccomandata), a Comitato Bologna in Lettere C/O Enzo Campi, Centro Postale Operativo, Sezione Videocodifica, Via Piccard 14, 42124 Reggio Emilia

logo x triangolo

SEZIONE B (Raccolte inedite)

ELABORATI AMMESSI

Poemi, poemetti, sillogi, raccolte di poesia inediti

Sono ammessi testi in altre lingue (o in dialetto) purché corredati di traduzione in italiano.

CONDIZIONI

I testi dovranno essere inediti.

Per inediti si intende mai pubblicati in forma cartacea. Testi apparsi solo in rete sono da considerarsi inediti.

Limite minimo 30 cartelle – Limite massimo 50 cartelle (la cartella equivale a una pagina)

MODALITÀ DI INVIO

SOLO INVIO TELEMATICO

Formato elettronico come allegato .doc o .docx all’indirizzo concorsi@bolognainlettere.it con oggetto “concorso Dislivelli – sezione  B”. Gli elaborati dovranno essere inviati, in un unico file anonimo entro il 31/01/2018, accompagnati dalla scheda di partecipazione (scaricabile a fondo pagina) debitamente compilata e firmata. Allo scopo di agevolare le procedure di registrazione è obbligatorio allegare copia della ricevuta del versamento. Il corpo della email dovrà comunque contenere nome, cognome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza, recapito telefonico, titolo dell’opera.

logo x triangolo

SEZIONE C (Poesie singole inedite)

ELABORATI AMMESSI

Da un minimo di 1 a un massimo di 3 poesie inedite

Sono ammessi testi in altre lingue (o in dialetto) purché corredati di traduzione in italiano.

CONDIZIONI

I testi dovranno essere inediti.

Per inediti si intende mai pubblicati in forma cartacea. Testi apparsi solo in rete sono da considerarsi inediti.

Limite massimo N° 3 poesie singole. Lunghezza massima consentita 50 versi (per ogni singola poesia)

MODALITÀ DI INVIO

SOLO INVIO TELEMATICO

Formato elettronico come allegato .doc o .docx all’indirizzo concorsi@bolognainlettere.it con oggetto “concorso Dislivelli – sezione C”. Gli elaborati dovranno essere spediti, in un unico file anonimo, entro il 31/01/2018, accompagnati dalla scheda di partecipazione (scaricabile a fondo pagina) debitamente compilata e firmata. Allo scopo di agevolare le procedure di registrazione è obbligatorio allegare copia della ricevuta del versamento. Il corpo della email dovrà comunque contenere nome, cognome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza, recapito telefonico, titolo dell’opera.

logo x triangolo

PREMI

SEZIONE A POESIA EDITA

La giuria individuerà 6 finalisti da cui verrà poi decretato il vincitore. Al primo classificato verrà corrisposto un premio in denaro.  Le opere classificate ai primi 3 posti verranno presentate nel corso degli eventi del festival. Gli autori delle opere classificate dal quarto al sesto posto riceveranno un attestato e verranno invitati a partecipare al festival in uno dei reading in programma.

SEZIONE B RACCOLTE INEDITE

La giuria individuerà 6 finalisti da cui verrà poi decretato il vincitore. Al primo classificato verrà assegnata la Pubblicazione gratuita dell’opera a cura di Marco Saya Edizioni. L’opera vincitrice verrà presentata criticamente nel corso della cerimonia di premiazione. Alcuni estratti delle opere classificate dal secondo al sesto posto verranno assemblati in un e-book con scheda e presentazione critica. Tutti gli autori finalisti riceveranno un attestato e saranno presentati criticamente nel corso della cerimonia di premiazione.

SEZIONE C POESIE INEDITE

La giuria individuerà 6 finalisti da cui verrà poi decretato il vincitore. Al primo classificato verrà corrisposto un premio in denaro.  Gli autori delle opere classificate dal secondo al sesto posto riceveranno un attestato e saranno presentati criticamente nel corso della cerimonia di premiazione.

ALTRI PREMI

Per ognuna delle tre sezioni la giuria si riserva il diritto di conferire una serie di segnalazioni alle opere più meritevoli. Gli autori segnalati saranno invitati a partecipare al reading collettivo che inaugurerà la stagione di eventi successiva (settembre/ottobre 2018). Inoltre il presidente delle giurie si riserva il diritto di conferire direttamente uno o più premi speciali per ognuna delle tre sezioni. I vincitori dei premi speciali verranno presentati criticamente nel corso del reading di cui sopra.

QUOTE D’ISCRIZIONE

A parziale copertura delle spese di gestione il Premio prevede  quote d’iscrizione così distribuite

Opera edita – 10 euro

Raccolte inedite – 15 euro

Poesie singole inedite – 15 euro

La partecipazione a due sezioni prevede una tassa d’iscrizione complessiva di 20 euro. La partecipazione a tutte e 3 le sezioni prevede una tassa d’iscrizione complessiva di 30 euro.

I versamenti sono da effettuare con bonifico a favore di

BOLOGNA IN LETTERE – B.I.L.

iban  IT09 D02008 02404 000103539948  

ESITI

Gli esiti del Premio verranno comunicati pubblicamente entro il 01/04/2018 sul sito di Bologna in Lettere, sulla pagina facebook del Festival e su vari canali telematici.

La cerimonia di premiazione avrà luogo nel mese di maggio 2018, in data da destinarsi.

Per scaricare la scheda d’iscrizione qui

scheda-word-2018

scheda-pdf -2018

logo dislivelli banner

Gli autori firmando la scheda di partecipazione accettano  il contenuto del presente bando in tutti i suoi punti e autorizzano il trattamento dei dati personali nel rispetto delle disposizioni della legge sulla Privacy 675/96 e dell’informativa di cui all’articolo 13 del D.Lgs. N 196/2003. Il trattamento dei dati è comunque relativo  al solo Premio e per comunicati informativi sulle attività culturali e artistiche del Festival


bando presente su vari siti e portali dedicati, tra cui:banner-club-it

 

Bologna in Lettere 2016 – Il programma della seconda settimama

Logo BIL nuovo

BOLOGNA IN LETTERE  2016

STRATIFICAZIONI

(arte-fatti contemporanei)

 

 

Programma della seconda settimana

 

 

VENERDI’ 20 MAGGIO ore 19.30

COSTARENA 

VIA AZZO GARDINO 48

 

 

MADE IN BO

Prima parte

Centrale di transito   / Ceci n’est pas une anthologie

(Perrone editore)

 

Sono stati invitati

Alberto Bertoni, Alessandro Brusa, Martina Campi

Rodolfo Cernilogar, Serena Di Biase, Francesca Del Moro

Valerio Grutt, Eva Laudace

Loredana Magazzeni, Lorenzo Mari, Ivonne Mussoni

Gabriele Xella, Paolo Valesio, Giuseppe Nibali

Valentina Pinza, Francesca Serragnoli

Roberta Sireno, Giancarlo Sissa, Sarah Tardino

Veronica Tinnirello, Maria Luisa Vezzali

 

 *

 

MADE IN BO

 

Seconda parte

 

Fuori Formato

Reading

con

Vincenzo Bagnoli, Vittoriano Masciullo

Daniele Barbieri, Sergio Rotino

 

************

 

SABATO 21 MAGGIO ore 13.00

EX FORNO – MAMBO BAR 

VIA DON MINZONI 14/E

 

Imprinting – Autori alla carta

Pranzo letterario

con

Angelo Rossi, Davide Ferrari,

Clery Celeste, Chiara Cantagalli

Ksenja Laginja, Simona De Salvo

Elio Talon, Eugenia Galli

 

************

 

SABATO 21 MAGGIO ore 18.00

CORTILE CAFE’  

VIA NAZARIO SAURO 24

 

Bande à part 

Reading

con

Luigi Cannillo, Ugo Rapezzi, Roberto Batisti

Rossella Renzi, Raffaele Ferrario

Vittorio Tovoli, Enza Armiento

Angela Grasso, Luca Buonaguidi, Emilia Barbato

  

************

 

SABATO 21 MAGGIO ore 21.00

ATELIERSÌ

VIA S. VITALE 69

 

Riscrizioni di mondo

Performance di Andrea Inglese, Gianluca Codeghini

Arte-fatti contemporanei

Alessandro Amaducci

Post Rebis  / In the Cave  /  I Am Your Database

Prendere la parola – Il mal d’archivio

sub 2 intri sep dd b

 

Prendere la parola e il Mal d’Archivio

Bologna in Lettere – Un festival lungo un anno

 

Dopo la partecipazione alla IV Edizione della Rassegna “Tu sei sai dire dillo”, ideata e curata da Biagio Cepollaro, presso la Galleria Ostrakon di Milano a Settembre, il Festival Bologna in Lettere, prendendo la parola, prosegue e persegue il proprio movimento di “agitazione della cosa letteraria”.

 

Il 22 Ottobre alle 21 presso il City-In, in Via Ariosto 6/A a Reggio Emilia, il Festival Bologna in Lettere sarà ospite del Reggio Film Festival in una serata dedicata ai “Protagonisti del Novecento Letterario” curata da Daniela Rossi. Il programma della serata comprende estratti video di Elio Pagliarani e Patrizia Vicinelli dall’Archivio “La Repubblica dei Poeti”, il video “Sistemi d’Attrazione” montato dai materiali della III° Edizione del Festival “Bologna in Lettere”, con un intervento di Enzo Campi e il reading “Poeti leggono poeti” con Francesca Del Moro e Alberto Masala che leggeranno brani di Elio Pagliarani e Patrizia Vicinelli.

 

https://boinlettere.wordpress.com/2015/10/10/protagonisti-del-900-letterario-elio-pagliarani-e-patrizia-vicinelli-da-bologna-in-lettere-verso-il-reggio-film-festival/

 

 

Il 30 Ottobre alle 21 presso EPS Factory, in Via Castiglione 26 a Bologna, il Festival Bologna in Lettere inaugurerà la stagione degli eventi con una serata denominata “Che cos’è la poesia?” curata da Enzo Campi. Il programma comprende un’affabulazione di Enzo Campi ispirata ad un saggio di Jacques Derrida, una performance per voci e musica di Francesca Del Moro, Mario Sboarina, Martina Campi, la proiezione del video “Sistemi d’Attrazione” montato dai materiali della III° Edizione del Festival, e un reading di Vincenzo Bagnoli, Alessandro Brusa, Serenella Gatti Linares, Sonia Lambertini, Agnese Leo, Vittoriano Masciullo, Enea Roversi 

 

https://boinlettere.wordpress.com/2015/10/17/che-cose-la-poesia/

 

 

Sono inoltre in costruzione due serate a “microfono aperto”, che avranno luogo il 21 Novembre (alle 19 presso il Cortile Café, in Via Nazario Sauro 24/c) e il 12 Dicembre (luogo e orario da definire), rivolte a valorizzare il patrimonio culturale e letterario dell’area bolognese/emiliana. Perché Bologna in Lettere – a cui vengono riconosciuti un carattere e un’impostazione «ad ampio raggio», nell’estensione delle proprie appendici verso tutto l’arco del territorio nazionale – non rinnega né trascura le proprie radici. Ed ecco quindi due intere serate dedicate esclusivamente agli autori locali,  per consentire a chi possiede una voce di prendere la parola, di dire e di dirsi, e anche – in un certo senso – di “archiviarsi”.

 

Non abbiamo pronunciato a caso la parola “archiviarsi”, perché Bologna in Lettere intende interrogarsi sul senso e sul significato dell’archivio, sulla conservazione e sulla divulgazione del pensiero, del volto, della mano, del frammento e dei frammenti. L’archivio è anche ciò che mette insieme le parti che costituiscono il tutto, gli elementi fondanti della struttura, i singoli colpi di pennello che andranno a delineare e caratterizzare il quadro. In poche parole – e prendendo la parola – un percorso di attraversamento del corpo scrivente e parlante, per far sì che il «soggetto» si tramuti in «oggetto» esposto. È un modo come un altro di prendere una posizione o, se preferite, di «prendere la parola per dire la parola», la parola di altri o dell’altro, la parola di qualsiasi soggetto disposto ad es-porsi come oggetto, in poche parole di ogni soggetto disposto a farsi «trattare» da chi prende la parola per conferirgli il potere di fissare la sua parola attraverso la definizione di una posizione. L’archivio è anche questo: il mantenimento di una posizione, la stabilità di un corpo e di un’immagine calati in un contenitore. Paradossalmente, ma nemmeno più di tanto, la posizione si può concretizzare solo attraverso la sua deposizione, attraverso la delocazione da un luogo all’altro, attraverso lo spaziamento che è peculiarità imprescindibile del prendere la parola e del prendersi in parola. Così il contenitore diviene, a tutti gli effetti, un deposito ove conservare e preservare la parola.

 

Partendo da questi (e altri) presupposti e operando in tal senso, Bologna in Lettere costruirà, sul proprio sito, una sezione denominata “Mal d’Archivio” in cui verranno raccolte e catalogate pagine comprensive di foto, bio-bibliografie, testi, video, interviste, articoli, link dedicati al lavoro svolto dagli autori che hanno collaborato e partecipato alle varie edizioni del festival.

 

 

Bologna in Lettere: il cantiere è in costruzione, i lavori sono in corso.