Bologna in Lettere 2016 – Sabato 21 Maggio

SABATO 21 MAGGIO ore 13.00

EX FORNO – MAMBO BAR   

VIA DON MINZONI 14/E

 D

 Cura e conduzione Francesca Del Moro, Enea Roversi

Imprinting – Autori alla carta

Pranzo letterario

con

Angelo Rossi, Davide Ferrari,

Clery Celeste, Chiara Cantagalli

Ksenja Laginja, Simona De Salvo

Elio Talon, Eugenia Galli

Elio Talon

Elio Talon è nato a Caorle nel 1970 e vive a Bologna.  Nel ’98 pubblica, insieme ad Andrea Trombini, la raccolta Atto d’amore, curata da Marco Ribani per le edizioni La Volpe e l’Uva. Del 2002 è la pubblicazione in Nodo sottile 3, edita da Crocetti. Nel 2004 è presente in Opere d’Inchiostro, antologia di Rubbettino editore. Nel 2006, pubblica Sideralia, raccolta vincitrice del Premio Internazionale di Poesia “Renato Giorgi” edizioni Voci della Luna. È presente in due antologie per i tipi di Lietocolle: Il corpo sottile (2008) e Il segreto delle fragole (2009). Nincuramento (2009) e Le nuove aurore (2012) sono libri autoprodotti e a tiratura limitata per le Edizioni della Casina. Di recente pubblicazione è la sua antologia Che dei sogni che resta (Kammer edizioni, 2016). Oltre alla poesia si dedica alla scultura. Diplomatosi  nel 2005 all’Accademia di Belle Arti di Bologna con una tesi dal titolo Il senso del sacro all’origine dell’arte, ha esposto in mostre collettive e personali in Italia e all’estero (www.eliotalon.it).

 chiara cantagalli

Chiara Cantagalli nasce a Mantova all’alba dei Novanta, abbandona presto gli studi scientifici per dedicarsi appieno all’otium. Malgrado ciò si laurea in Scienze dei Beni Culturali e, dopo un breve periodo a zonzo, si trasferisce a Bologna dove attualmente risiede. Laureanda in Italianistica con una tesi (molto molto in fieri) sulla descolarizzazione, non vanta pubblicazioni né collaborazioni importanti, ad eccezione di quella con Radio Città Fujiko, ma scrive e recita poesie costantemente e se la gode un mondo. Su lascantastorie.wordpress.com riporta i suoi deliri pseudo poetici. Fa parte della LIPS e offre consulenze di bricolage ai più bisognosi.

eugenia galli

Eugenia Galli nasce nel 1996 a Rimini, dove dal 2011 al 2015 partecipa come volontaria al festival di letteratura per ragazzi “Mare di Libri”. Nel 2015 consegue la maturità classica. Attualmente studia lettere classiche a Bologna e organizza eventi di poesia con l’associazione Slow Lapin e il gruppo Zoopalco. È iscritta alla Lega Italiana Poetry Slam e si occupa di poesia orale.

 AngeloRossi

Angelo Rossi dopo la laurea in Lettere Moderne presso la Federico II di Napoli, un dottorato in Letteratura, Storia della Lingua e Filologia e un Master per la didattica dell’italiano per stranieri, è professore di Lettere presso l’istituto “Aldini Valeriani” di Bologna. Oltre alla produzione letteraria, sia in versi che in prosa, le sue attività spaziano dal teatro alle installazioni video-acustiche, dalla pratica performativa alla filologia e critica letteraria, alla lessicografia. Vincitore nel 2009 del premio Russo – Mazzacurati  con la silloge Un’anima in piena, ha pubblicato suoi testi con varie case editrici italiane ed è presente in raccolte antologiche e riviste letterarie.

de salvo

Simona De Salvo (Fiorenzuola D’Arda, 1993) si è laureata in filosofia presso l’Università degli Studi di Pavia. Attualmente vive tra Pavia e Cremona, dove lavora come barista e cameriera di sala. Una prima raccolta poetica, La memoria, contenente testi giovanili, esce per la Sigismundus Editrice nel 2013. Alcuni testi sono comparsi online, sul sito Words Social Forum a novembre 2013 e dicembre dell’anno successivo. Dal 2015 è redattrice editoriale per la rivista indipendente di poesia e cultura “NiedernGasse”. La seconda raccolta, dal titolo La camiceria brillante dei miei anni, è stata pubblicata nel mese di aprile (2016) all’interno della collana “Sottotraccia” – diretta da Antonio Bux – per l’editore milanese Marco Saya

celeste

Clery Celeste è nata a Forlì nel 1991, città in cui vive. Diplomata al liceo classico, è laureata con lode in Tecniche di radiologia medica per immagini e radioterapia presso l’Università di Bologna. È stata vincitrice dei premi: “Tropea Onde Mediterranee” (2009, 2010); “Agostino Venanzio Reali” (2009, 2010, 2012); “E. Cantone” (2011, 2012); “Pro Loco Fiume Veneto” (2011); “Biennale internazionale dei Giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo” (2011-12). Finalista al Premio Rimini (2014). Suoi testi sono presenti in riviste e siti (Confini, 2009, Società Editrice Il Ponte Vecchio, Le Voci della Luna, 2011, ParcoPoesia). Fa parte della giuria nella sezione poesie del concorso Pubblica Con Noi 2015 (Fara Editore) ed è co-responsabile del progetto e concorso “Il segreto delle fragole” 2015 (Lietocolle). La Traccia delle vene è la sua opera prima (LietoColle editore – Pordenonelegge, 2014).

 Ksenja Laginja_photo

 

Ksenja Laginja (Genova, 1981) alterna alla sua attività letteraria una ricerca sull’illustrazione e le sue sperimentazioni. Nel 2005 ha esordito con la sua prima silloge poetica, Smokers die younger, per Annexia edizioni. Finalista al Premio “Ossi di Seppia” (XX edizione) e “Il giardino di Babuk – Proust en Italie” (II edizione) è redattrice di NiedernGasse, Bibbia d’Asfalto e collabora con Words Social Forum. I suoi testi sono presenti su antologie poetiche, blog e riviste letterarie, a cui affianca un’intensa attività di reading. Nel 2015 ha pubblicato la silloge Praticare la notte con Ladolfi Editore. Nel 2016 è stata selezionata come autrice dal progetto “ZENIT POESIA – Progetto 4×10<40”, a cura di Sebastiano Aglieco e Marco Bellini, promosso dalla casa editrice La Vita Felice.

 

davide ferrari

Davide Ferrari (Bologna, 21 gennaio 1958). La  sua vita si è divisa fra Bologna, la città natale, e l’Abruzzo, dove a Giulianova ha trascorso la giovinezza. Ha fondato, sotto l’egida di Paolo Volponi, La Casa dei pensieri, associazione per la promozione della cultura del libro. È stato direttore della riviste Innovazione educativa (1998-2000) e Impegno nuovo, con Gregorio Scalise. Attualmente è direttore della rivista Riforma della scuola, con Franco Frabboni. Ha seguito per molti anni, con numerosi interventi sulla stampa nazionale e con una diffusa attività di conferenziere, le vicende della scuola italiana e dei vari progetti di riforma, con un particolare interesse per i temi della presenza nella scuola di percorsi dedicati alla creatività e alla poesia. Ha pubblicato i seguenti volumi e quaderni di poesia: Stanze semplici, Giornalisti associati, 1988; Agape, Giornalisti associati, 1989; Con me gioca il figlio dell’amico, Edizioni italiane di poesia e racconto, 1992; Civili, Stoa, 1996; Il movimento che ci vive accanto, E.I.P.R, 2001. Suoi testi poetici sono apparsi sui quotidiani la Repubblica, L’Unità, LC, su alcune riviste  letterarie in Italia, e sono stati tradotti e pubblicati in Francia, Gran Bretagna, Marocco, Algeria, Turchia. In campo saggistico e giornalistico ha pubblicato i seguenti volumi individuali o collettivi: Bologna, una città per la scuola, La società, 1986; Bologna futura, imparare ed insegnare, Franco Angeli, 1989; Scuola: quale autonomia, Il grifo, 1990; Ernesto Balducci: interpretazioni, Arcipelago, 1993; Pasolini e Bologna, con Gianni Scalia, Pendragon, 1998; “Identità ed Europa. Gli italiani di fronte al pluralismo religioso europeo”, in Dimensione Europa, Lo specchio di Alice, 2002; Una buona idea della città, Su web, 2004; La Bologna che vogliamo, Su web, 2004. Mala Lingua, Format Libri, 2009.

 

 logo x triangolo

 

 

 

 

SABATO 21 MAGGIO ore 18.00

CORTILE CAFE’  

VIA NAZARIO SAURO 24

 H

 Cura e conduzione Enea Roversi

Bande à part 

Reading

con

Luigi Cannillo, Ugo Rapezzi, Roberto Batisti

Rossella Renzi, Raffaele Ferrario

Vittorio Tovoli, Enza Armiento

Angela Grasso, Luca Buonaguidi, Emilia Barbato

 

 angela grasso

 

Angela Grasso nasce a Catania nel ’91. Si laurea in Discipline dello spettacolo dal vivo con una tesi su “Storie naturali: il patologico soliloquio di un corpo in voce. Riflessioni sull’immaginario teatro-in-forma-di-libro di Edoardo Sanguineti”. Nel 2014 riceve il Premio di Scrittura Creativa “Dentro che Fuori Piove” con la raccolta poetica “Variazioni bolognesi (e dintorni)”; nel 2015 il Premio Certamen del Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna, arriva seconda al Premio Coop for Words e riceve una menzione per la raccolta poetica “Conglomerati bituminosi di Me, Io e Altro”, per la V Edizione del premio “Dentro che Fuori Piove”. Vive a Bologna da sei anni e trascorre la sua infanzia sulle pendici della Montagna Etna. Si definisce una “donna lavica” per la somiglianza alla natura del vulcano: ferma “colonna del cielo” che nasconde però un fermento magmatico nelle profondità delle sue gole. A ogni ritorno si sente “straniera” finché la Grande Donna Seduta, scoprendosi del suo “scialle di nubi”, non si fa riconoscere.

 

emilia barbato

Emilia Barbato è nata a Napoli nel 1971, laureata in Economia. Ha pubblicato le raccolte di poesia Geografie di un Orlo (CSA Editrice, 2011), Memoriali Bianchi (Edizioni Smasher, 2014) e diverse antologie con Fusibilialibri, Ursini, Aletti, Fondazione Mario Luzi Editore. Di prossima pubblicazione Capogatto (Puntoacapo Editrice).

enza armiento

 

Enza Armiento, nata a Manfredonia (FG), è docente di lingua e letteratura inglese. Nel 1975 ha partecipato al suo primo concorso “Gi.Fra” sezione poesia, ottenendo una segnalazione di merito. Dal 2004 è risultata vincitrice e finalista in diversi premi letterari. Sue poesie sono apparse in antologie letterarie e riviste letterarie online. Nel 2012 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Di tanto in vita”, Samuele Editore, mentre nel 2014 ha pubblicato la sua seconda raccolta di poesie dal titolo “Terra Mala”, La Vita Felice Editore. Nel 2013 entra a far parte del collettivo WSF e pubblica con loro alcune poesie contenute nella raccolta “La Stanza clandestina. Poesie e Racconti”. Ha curato, insieme a Gian Ruggiero Manzoni, Antonella Taravella e Sebastiano l’antologia a scopo benefico dal titolo “No job – Visioni del paese irreale”. Ha partecipato all’iniziativa di “Poesie contro la guerra” con una sua poesia pubblicata sulla pagina “Poesia, di Luigia Sorrentino” – blog di rainews24. Di prossima uscita il suo primo romanzo: “La voce delle pietre” Smasher Editore. Scrive per il Centro sociale dell’arte “Words Social Forum”.

 

 luca buonaguidi

 

Luca Buonaguidi (Pistoia, 1987) ha pubblicato in poesia I giorni del vino e delle rose (2010, Fermenti), Ho parlato alle parole (2014, Oèdipus) e il diario di viaggio INDIA – Complice il silenzio (2015, Italic Pequod). In prosa ha pubblicato un racconto nell’antologia del Premio Provincia Cronica (2016, Sartoria Utopia) e ha curato l’edizione di FRANTI. Perché era lì – Antistorie da una band non classificata (2015, Nautilus Autoproduzioni) scritto con Cani Bastardi sull’omonima band anni Ottanta. Ha partecipato con un testo recitato al disco collettivo Approdi. Avanguardie musicali a Napoli (2015, KonSequenz) curato da Girolamo De Simone. Suoi testi o commenti ad essi si leggono su varie riviste di letteratura, viaggi e società e suoi scritti sono stati tradotti in inglese (Condo) e in tedesco (Internation Rilke Society). Raccoglie le sue scritture sul suo blog http://www.carusopascoski.com  e scrive di cinema, musica, letteratura per una decine di riviste (Impatto Sonoro, CineFatti, Comunità Provvisorie…). Collabora abitualmente con musicisti come Chris Yan, Elias Nardi, Davide Tosches, Giovanni Peli, Maisie, SKoM, Vittorio Nistri per reading e per la scrittura di testi. Ha ideato e organizzato con la comunità di base delle Piagge Altrofest nella periferia di Firenze, un festival critico di creatività e cultura con ospiti come Don Andrea Gallo, Franco Loi, Maurizio Maggiani, Bobo Rondelli e altri. Laureato in Psicologia Clinica, lavora in una comunità terapeutica e conduce seminari esperienziali di poesia. Vive oggi in un paese di una decina di anime sull’Appennino tosco-emiliano per riscoprire l’importanza di essere piccoli.

 

luigi cannillo

Luigi Cannillo, poeta, saggista e traduttore, consulente editoriale, è nato e vive a Milano. Ha pubblicato, tra le sue raccolte di poesia più recenti, Cielo Privato, Ed. Joker, 2005 e Galleria del Vento, Ed. La Vita Felice, 2014. E’ presente, come poeta, curatore  o con interventi critici, in antologie e raccolte di saggi. È redattore della collana Sguardi dell’Editore “La Vita Felice”. Collabora alla rivista internazionale “Gradiva”, New York/Firenze.

 

raffaele ferrario

Raffaele Ferrario è nato a Cesena nel 1971. Si è laureato in psicologia clinica con una tesi sullo scrittore russo Fëdor Dostoevskij, dal titolo Il testo letterario come verità psicologica. Dopo aver scritto tre libri di poesia, autoprodotti tra il 1999 e il 2003, ha curato con Davide Argnani: Renato Turci poesie e testimonianze, Foschi editore, 2009. Ha pubblicato: Manicomio, poesia, edizioni del Leone, 2010; Crepuscolo degli affetti, poesia, L’arcolaio, 2011; Borderline – Una Parigi di meno, poesia, L’arcolaio, 2012. È presente nelle antologie: La coda della galassia, Fara, 2005; Labyrinthi, Limina Mentis, 2012; Poeti di Corrente, Le Voci della luna, 2013.

 

rossella renzi

 

 

Rossella Renzi vive a Conselice (Ra), dove lavora come insegnante. Dal 2003 è redattrice di “Argo – Rivista d’esplorazione”, per la quale coordina la rubrica di poesia “Pezzi di vetro”; per la Casa Editrice Kolibris cura il lblog “Donne in poesia”. Ha collaborato alla realizzazione del blog www.ipoetisonovivi.com, selezionando i testi per la Scuola Primaria. Numerosi sono gli interventi su riviste di critica e letteratura (Graphie, Atelier, La Mosca di Milano, Clandestino, Farepoesia, Land, Le voci della luna). E’ tra i curatori del volume L’Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie (Gwynplaine edizioni, Ancona 2014), e di Argo, Annuario 2015, Poesia del nostro tempo, uscito a novembre 2015, per Gwynplaine edizioni. I giorni dell’acqua è il suo primo libro in versi, uscito nel 2009 per L’arcolaio (Forlì), per la stessa Casa Editrice esce, nel marzo 2015, Il seme del giorno, con la prefazione di Gian Mario Villalta (finalista al Premio Carducci e 2^ classificato al premio internazionale Don Luigi Di Liegro). E’ presente nel volume I volti delle parole – 65 fotografie di poeti-, a cura del fotografo Daniele Ferroni (Fondazione Tito Balestra, 2014) e su diverse antologie. In dialogo col musicista Mirco Mungari lavora ad un progetto sulla contaminazione tra parola e suono, intitolato mousikè techne. Organizza eventi legati alla poesia, laboratori di lettura e scrittura nel suo territorio.

 

roberto batisti

Roberto Batisti (Bologna 1985) è dottore di ricerca con specializzazione in storia della lingua greca, e attualmente lavora come docente di materie letterarie. È stato autore/conduttore radiofonico (con Vittorio Tovoli) e paroliere (con Andrea Lorenzoni e i Divanofobia). Sue poesie, articoli e scritti critici sono apparsi su diverse riviste cartacee e online. A breve la prima silloge a suo nome.

 

ugo rapezzi

Ugo Rapezzi è musicista e scrittore. Inizia la carriera come batterista. Suona con Lucio Dalla (1978). Skiantos (1980-84). Nel 1985, come cantautore, pubblica il Qdisc “RAPEZZI”: La produzione è di Sergio Bardotti e vede la partecipazione di Chico Barque de Hollanda. Lucio Dalla e Mauro Malavasi. Nel 1993 scrive “SPIDER”: la canzone viene cantata in duetto con Luca Carboni che la inserisce nel suo album “DIARIO CARBONI”. Nello stesso anno esce l’album “ARRIVANO NOSTRI”. Il cd è prodotto dallo stesso Luca Carboni e da Mauro Malavasi. Scrive e interpreta diversi spettacoli. Collabora con le riviste “Illustrati”, “Versante Ripido” e Bibbia d’asfalto”. Nel 2012 pubblica il libro di poesie d’amore “AVREI VOLUTO AVERTI QUI” (Limina Mentis). Nel 2014 il romanzo autobiografico “MEMORIE DI UN BATTERISTA QUALUNQUE” (Montecovello). Nel 2015 il libro di versi e testi ironici “LINGUACCIA” (Qudu libri)-

 

vittorio tovoli

 

Vittorio Tovoli (Bologna, 1985). Laureato in lingue straniere, è attualmente impiegato presso un ufficio commerciale estero. Collabora occasionalmente con la rivista online “Mumble:” scrivendo articoli e racconti. È presente con una raccolta di poesie nell’antologia “I giovin/astri” di Kolibris (2010) a cura di Chiara De Luca. Con le edizioni “ilmiolibro.it” ha pubblicato in maniera autonoma la raccolta di poesie “Tokyo taccia” (2011), semi-finalista del concorso “ilmioesordio Poesia 2013”. Per la radio, ha scritto e condotto “Stipsi”, programma satirico che è andato in onda sulla radio universitaria bolognese “Alma Radio” nella stagione 2012-2013.

 

 

logo x triangolo

 

 

  

 

SABATO 21 MAGGIO ore 21.00

ATELIERSI

VIA S. VITALE 69

 I

 Cura e conduzione Jacopo Ninni

Riscrizioni di mondo

Performance di

Andrea Inglese, Gianluca Codeghini

Arte-fatti contemporanei

Alessandro Amaducci

Post Rebis  / In the Cave  /  I Am Your Database

 

19_andrea_inglese_6483.preview

Andrea Inglese (1967) vive a Parigi. È uno scrittore. È stato docente di filosofia al liceo e ha insegnato per alcuni anni letteratura e lingua italiana all’Università di Paris III. Ha pubblicato uno studio di teoria del romanzo L’eroe segreto. Il personaggio nella modernità dalla confessione al solipsismo (2003) e la raccolta di saggi La confusione è ancella della menzogna per l’editore digitale Quintadicopertina (2012). Ha scritto saggi di teoria e critica letteraria, due libri di prose e sette libri di poesia, l’ultimo dei quali, Lettere alla Reinserzione Culturale del Disoccupato, è apparso in edizione italiana (Italic Pequod, 2013) e francese (NOUS, 2013). È in uscita a giugno 2016 per Ponte alle Grazie il suo primo romanzo, Parigi è un desiderio. Ha curato l’antologia del poeta francese Jean-Jacques Viton, Il commento definitivo. Poesie 1984-2008 (Metauro, 2009). È uno dei membri fondatori del blog letterario Nazioneindiana. È nel comitato di redazione di “alfabeta2”. Scrive, di tanto in tanto, per le pagine culturali del “Manifesto”. È il curatore del progetto Descrizione del mondo (www.descrizionedelmondo.it), per un’installazione collettiva di testi, suoni & immagini.

 

codeghini

 

Gianluca Codeghini è nato a Milano nel 1968 dove vive e lavora.Diplomato in Pittura all’Accademia di Brera, Milano. Frequenta i corsi di Musica Elettronica alla Scuola Civica di Musica di Milano. Le sue prime esperienze musicali risalgono agli anni ‘80 con progetti per rigenerare e archiviare il rumore, a queste affianca delle azioni e improvvisazioni teatrali di strada che nei primi anni ‘90 diventano performance e installazioni in gallerie, ambiti urbani e virtuali. Nel 1992 fonda laciecamateria edizioni con cui firma le proprie pubblicazioni. Alcune linee teoriche del suo lavoro vertono su tematiche come il rumore, la polvere, il gioco, la cecità, l’intervallo e il sottofondo. Molteplici le sue collaborazioni in ambito artistico, musicale, letterario e scientifico. Nel 2005 con A. Andrighetto, D. bellini e E. Grazioli dà forma alla piattaforma Warburghiana. Nel 2008 organizza Poe.mi festival di poesia di ricerca con A. Broggi e G. Bortolotti e dal 2015 collabora con Andrea Inglese al progetto Descrizione del Mondo. Fin dai suoi primi progetti come Conservare fuori dalla portata (‘92), La patologia del benessere (‘96) e come nelle più recenti Crudeltà inaudite (’07), Pezzetti e bocconi (’09), A slow movement between my fingers (’12) o Everything begins and ends on the tips of the fingers(’13), Gianluca Codeghini innesca concetti e processi in cui la relazione con e tra il pubblico diventa fondamentale per produrre cortocircuiti, tensioni e provocazioni discrete.

Alessandro Amaducci Post Rebis 01 reduce

Alessandro Amaducci (Torino, 1967), laureato in Storia e Critica del Cinema con una tesi dal titolo Videoarte: problemi di teoria e di linguaggio. Dal 1988 al 1992 collabora presso il Centro Arti Visive Archimede di Torino, realizzando corsi di analisi dell’immagine, di teoria del montaggio, di pratica del video, e di storia e teoria della videoarte, oltre a curare attività didattiche di approccio al video in scuole elementari e medie e per portatori di handicap. Dal 1991 al 1998 collabora presso l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza di Torino, diretto da Paolo Gobetti. Fra il 1994 e il 1999 insegna Produzione di Audiovisivi all’interno del corso di Computer Grafica presso l’Istituto Europeo del Design di Milano, nonché in numerosi corsi di formazione professionale a Torino. Fra il 1995 e il 1997 ha collaborato presso il Teatro Juvarra di Torino alla realizzazione di tre corsi di formazione professionale sulla scenografia elettronica e sul videoteatro. Attualmente insegna come ricercatore presso il DAMS di Torino. Ha pubblicato una serie di libri sul rapporto fra le arti e le nuove tecnologie. Dal 1989 realizza video sperimentali, video di danza, videoinstallazioni e documentari, oltre a videoclip musicali, acquisendo esperienza di operatore e montatore video specializzato in postproduzione digitale. La sua produzione attualmente si è spostata anche sul fronte live, realizzando spettacoli video dal vivo e videoscenografie per spettacoli di teatro e danza.

 

Logo BIL nuovo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...