Il surplus di senso in Amelia Rosselli – Anna Bertini – Roberta Caiffa – Lella De Marchi

Bologna in Lettere 2016

Concorso Letterario

Stratificazioni

Il surplus di senso in Amelia Rosselli

 

 

La giuria formata da

 

 

Laura Barile

Plinio Perilli

Vincenzo Bagnoli

Antonella Pierangeli

Giusi Montali

ha decretato i seguenti risultati

 

 

I° classificato

Anna Bertini, Uscite dalla fossa – un incubo di Amelia Rosselli

 

 

II° classificato

Roberta Caiffa, Poesia “elevata al cubo”

 

 

III° classificato

Lella De Marchi, A-polide  A-melia 

 

 

 

 anna bertini

Anna Rita Ceccarini in Bertini ( Anna Bertini )

Appassionata e dedita da sempre alla scrittura e alla musica, è nata in Toscana, a Livorno e si è trasferita nel 1987 a Monaco di Baviera dove ha acquisito il Diploma in Educazione dell’adulto e quello di Lingua Tedesca. Si è dedicata per svariati anni all’insegnamento della lingua italiana per stranieri. Ha studiato Drammaturgia presso la Facoltà di Theatherwissenschaft della Münchner Ludwig Maximilian Universität. Ha frequentato il primo anno del Master in Tecniche della Narrazione e i corsi di Editing, Critica Musicale, e Scrittura per il Teatro presso la Scuola Holden di Torino (’94-’96). Dal 1996 al 2011 si è occupata di management culturale, fondando le due agenzie Bertini Art Networking e Joinopera. Ha curato le carriere di musicisti e l’organizzazione di eventi e spettacoli, collaborando con molte prestigiose istituzioni e personalità internazionali. Ha trascorso diversi mesi in Africa per l’adozione della figlia Nathalie, in seguito alla quale ha abbandonando la carriera manageriale. Questi cambiamenti le hanno i consentito di dedicarsi più intensamente alla scrittura, che è diventata così ( insieme alla cooperazione con scuole e istituzioni culturali per seminari e laboratori di espressività e didattica della musica ) più centrale nella sua attività. Pubblica bimestralmente sulla rivista letteraria La Stanza di Virginia, e bisettimanalmente sul magazine dell’Associazione Onlus Facciunsalto Editori. Sue liriche e racconti sono comparsi in svariate antologie ed ebooks, tra le quali citiamo il IV e VI numero de I Quaderni di Èrato, l’antologia Voci contro la Guerra di Onirica Edizioni, e quella Teorema del Corpo, Donne scrivono l’eros, FusibiliaLibri, 2015.

Ha pubblicato per FusibiliaLibri la silloge “Profusioni”, (nota editoriale di Adriana Gloria Marigo). Ha scritto un romanzo e una raccolta di racconti. E’ socia ordinaria di EWWA European Writing Women Association e membro di DVPJ, Deutscher Verband der Pressejournalisten. E’ mandataria SIAE per il registro autori/editori. E’ segretario della giuria del Premio Letterario Natale Patti, parole e musica – Palermo.

 

 

 Roberta Caiffa 

 

Roberta Caiffa è nata a Gallipoli (Le) nel 1979. Ha studiato Lettere Moderne presso l’Università del Salento, dove si è laureata in Letteratura Italiana Contemporanea con una tesi su Amelia Rosselli. Ha collaborato con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Salento, con un intervento sulla poesia di Amelia Rosselli nell’ambito del “Laboratorio di analisi dei testi letterari”. Ha conseguito il diploma di Gestalt Counsellor con una tesi sulla centralità delle emozioni nella pratica relazionale ed educativa, e il diploma di Counsellor Professionista con il lavoro realizzato insieme al gruppo di colleghi stagisti: “Io e Te… Noi. Immigrazione, Counseling, Intercultura”. In qualità di counsellor, ha esercitato attività teorico – pratiche in contesti educativi, comunitari ed artistico – creativi, finalizzate a focalizzare metodologie di approccio flessibile alla realtà orientate al problem solving e a perfezionare la relazione fondata sull’empatia, secondo il modello gestaltico di riferimento. E’ “Professionista Accreditato” dalla “Fondazione Italia Usa”, che le ha rilasciato attestato di merito con cerimonia di premiazione presso la Camera dei Deputati. Attualmente frequenta il Master in “Global Marketing, Comunicazione e Made in Italy”. Scrive per la rivista “A Levante. Spazi per la ricerca, l’arte, la memoria e il territorio” edita dall’Associazione “A Levante”, con sede a Galatone (Le), con cui collabora nella promozione di eventi culturali sul territorio salentino. Ama praticare yoga, pilates e acquafitness.

 

 

 

 lella

 

Lella De Marchi (Pesaro, 1970) è poetessa, scrittrice, performer. E’ laureata in Lettere Moderne con indirizzo in Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università degli Studi di Bologna. Ha seguito laboratori di Scrittura Creativa e Sceneggiatura Cinematografica a Roma con Andrea Camilleri e Ugo Pirro, a Pennabilli con Tonino Guerra a Pennabilli, i corsi di Lettura ad Alta Voce con Lucia Ferrati e il laboratorio di teatro con Giuseppe Esposito a Pesaro. Ha pubblicato due raccolte di racconti: “Racconti Nove” (Albatros 2007) e “Tutte le cose sono uno” (ProspettivaEditrice, 2015), vincitore del Premio Braingnu, con prefazione del giornalista Rai Giancarlo Trapanese, e due libri di poesia: “La spugna” (Raffaelli, 2010) con prefazione di Renato Martinoni e “Stati d’amnesia” (LietoColle, 2013), con un saggio di Enzo Campi e nota di lettura di Maria Lenti. Ha ottenuto sia con l’edito che con l’inedito molteplici premi in concorsi nazionali ed internazionali. Suoi testi compaiono in antologie di poesia contemporanea, in riviste e blog specializzati su internet. Organizza e partecipa ad eventi di poesia e narrativa, festival, reading, poetry slam in tutto il territorio nazionale. Con la collaborazione del chitarrista Alessandro Buccioletti e con testi tratti dall’omonimo libro di poesia ha realizzato il poetry –reading & percussive guitar “Stati d’Amnesia”, insieme alla ballerina Maddalena Belmondo la performance di poesia e danza “PoesieInMovimento” E’ membro di giuria di diversi premi letterari nazionali (Premio Città di Cattolica, Premio Città di Fermo, Premio Città di Porto Recanati). Collabora con la rivista “Versante Ripido” scrivendo recensioni a libri di poesia. Attualmente sta lavorando al suo terzo di libro di poesie ed al recital teatrale “Scarpette Rosse”, che verrà rappresentato al Teatro Rossini di Pesaro l’8 dicembre. La sceneggiatura cinematografica inedita “Come papaveri rossi sotto il sole giallo ’Olanda” è finalista al ScriptAmarcort 2015 di Rimini. Notizie aggiornate si possono trovare all’indirizzo del suo sito personale: www.lellademarchi.it

Logo BIL nuovo

Annunci

5 comments

  1. Pingback: Ospiti |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...