Bologna in Lettere 2016 – Marilena Renda – Giacomo Sartori – Antonella Bukovaz

renda1

 

Marilena Renda è nata a Erice, ha vissuto a Roma e Palermo e vive (per il momento definitivamente) a Milano, dove insegna, scrive e traduce. È laureata in Lingue e ha conseguito un dottorato in Italianistica con una tesi su ebraismo e letteratura nel ‘900. Collabora a doppiozeroAlfabeta2 e Bookdetector. Ha scritto e pubblicato in rivista e volume saggi su Giorgio Bassani, Primo Levi, Anna Maria Ortese, Jolanda Insana e Amelia Rosselli. Nel 2010 è uscita per Gaffi la monografia: Bassani, Giorgio. Un ebreo italiano e nel 2012 per dot.com press il poema Ruggine.

http://puntocritico.eu/?p=4981

Nel 2015 sono usciti i racconti Arrenditi Dorothy! per L’orma.

e le poesie La sottrazione per Transeuropa.

http://www.mariagraziacalandrone.it/index.php?option=com_content&view=article&id=283:marilena-renda-4-14&catid=17:cantiere-poesia&Itemid=160

 

sartori

 

Giacomo Sartori, nato nel 1958, è agronomo, specializzato in scienza del suolo, e vive tra Parigi e Trento. È autore di romanzi, raccolte di racconti e testi teatrali. Sue opere sono state tradotte in francese, americano e tedesco. È redattore del blog letterario collettivo Nazione Indiana (www.nazioneindiana.com), dove pubblica in particolare dei testi brevi (autismi).

Ha pubblicato le raccolte di racconti Di solito mi telefona il giorno prima (il Saggiatore, 1996), Autismi (Sottovoce, 2010), Avventure (Senzapatria, 2011) e, con Marino Magliani, Zoo a due (Perdisa, 2013). E i romanzi Tritolo (il Saggiatore, 1999), Anatomia della battaglia (Sironi, 2005), Sacrificio (Pequod 2007, Italic 2013), tutti tradotti in francese, Cielo nero (Gaffi, 2011), e Rogo (CartaCanta, 2015). Il suo ultimo romanzo, Io sono dio, mi dico, è in uscita (maggio 2016, NN Editore).

Per il teatro ha scritto il monologo Dispatrio (antologia Per voce sola 13, Nerosubianco, 2013), e ha curato l’adattamento del romanzo Sacrificio (prodotto dal Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento, 2013) e del romanzo Cielo nero (Premio Sipario BIS, 2013, http://www.sipario.it).

 

https://www.carmillaonline.com/2015/05/06/rogo-di-giacomo-sartori/

http://www.nazioneindiana.com/2016/03/29/la-terra-metafisica-autismi-della-terra-2/

 

bukovaz

 

Antonella Bukovaz è originaria di Topolò-Topolove, borgo sul confine italo-sloveno, nelle valli del Natisone. Lì ha cresciuto le sue figlie e scritto poesie che sono confluite in un libro, “Tatuaggi”, edito da Lietocolle (2006). Dal 1995 ha partecipato a diverse rassegne di arte contemporanea in Italia e in Slovenia; dal 2005 si dedica prevalentemente alla poesia e alle interazioni tra parola, suono e immagine in forma di lettura, videopoesia e video-audioinstallazione. Ha realizzato i suoi lavori collaborando con i musicisti Sandro Carta, Marco Mossutto, Hanna Preuss, Antonio Della Marina, Teho Teardo, Massimo Croce, Antonella Macchion. Per “Storia di una donna che guarda al dissolversi di un paesaggio” ha vinto il Premio Antonio Delfini 2009. Ha scritto il poema breve Maipiù-Nikolivec rappresentato nello spettacolo di teatro sonoro S.E.N.C.E dell’Atelje Sonoricnih umetnosti di Hanna Preuss al Cankarjev dom di Ljubljana, al Teatro Miela di Trieste e alla Gekken galery di Kyoto; nel 2013 l’Atelje produce lo spettacolo Sonokalipsa,  per il quale scrive parte dei testi. Sempre nel 2013, in collaborazione con Massimo Croce, compone la partitura per le perfomance sonore Lessico Elettronico e  L’Arte dei Rumori in onore di Luigi Russolo.  Suoi versi sono pubblicati su riviste web e cartacee (il Verri, Alfabeta, in Pensiero…). Nel 2011 ha pubblicato al Limite, editore Le Lettere, con dvd (video di Paolo Comuzzi, musiche di Antonio Della Marina), è uscita nell’ Antologia Poete a nord est, Ellerani editore e nell’Antologia Einaudi Nuovi poeti italiani 6. Del 2012 è la pubblicazione del librino koordinate per pulcinoelefante e del cd Casadolcecasa per Ozky-esound. Sue poesie sono tradotte in sloveno, tedesco, inglese, francese e arabo. Collabora alla realizzazione di Stazione di Topolò-Postaja Topolove. Insegna, in lingua slovena, nella scuola bilingue di San Pietro al Natisone. Vive a Cividale del Friuli. (buk.anto@gmail.com)

https://rebstein.wordpress.com/2014/01/29/sto/#more-62079

http://www.nazioneindiana.com/2015/02/23/i-poeti-appartati-antonella-bukovaz/

 

 

Annunci

4 comments

  1. Pingback: Ospiti |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...