Bologna in Lettere – Pasolini la diversità consapevole – Venerdì 29 Maggio

 loc 29 def

Bologna in Lettere 2015
Venerdì 29 Maggio – Cassero Via Don Minzoni 18

cassero_logo_2013_O_color
Pasolini, la diversità consapevole

a cura di Enzo Campi

Marco Saya Edizioni

Copertina_Pasolini-page-001 (1)

 

Peter Carravetta
Sulla rivoluzione incompiuta di Pasolini, Edizioni Diaforia/Cinquemarzo
Presentazione di Daniele Poletti, Ermanno Moretti

 cop carravetta def

Roberto Chiesi, Una terra separata, un’isola – Appunti sulla Bologna di Pasolini

Roberto-Chiesi

Proiezione del documentario Pier Paolo Pasolini di Carlo Di Carlo con un’introduzione di Roberto Chiesi

pas d

Dome Bulfaro, Io non ritratto, con videoritratti degli allievi della classe 5D
del Liceo Artistico Statale “Lucio Fontana” di Arese (MI)

15587_10203892790549086_5260360052171511244_n

Oltre ogni possibile fine: Versi per Pier Paolo Pasolini
Cura Claudio Finelli, Carmine De Falco

con Bruno Galluccio, Ferdinando Tricarico,
Omar Ghiani, Costanzo Ioni

part_Oltre-ogni-possibile-fine_Pasolini_Napoli-576x450

Affabulazioni, Narrazioni per l’a venire
Sonia Caporossi P.P.P. (da Opus Metachronicum, Edizioni Corrimano, 2014)

11167994_10203892791109100_6485547559584925684_n

Antonella Pierangeli Voci, ruderi e pale d’altare. Pasolini e la memoria del paesaggio culturale

11160590_10203892792109125_5193786835410124440_n

 

 

La macchina miracolante

(Recital ispirato alla corrispondenza epistolare tra Pasolini, Leonetti e Roversi, dalla quale è scaturita l’esperienza della rivista letteraria bolognese “Officina”)

Testi e Regia Enzo Campi –

Con Alessandro BrusaEnea Roversi

Musiche Mario Sboarina

off

“L’ansia del consumo è un’ansia di obbedienza a un ordine non pronunciato. Ognuno in Italia sente l’ansia, degradante, di essere uguale agli altri nel consumare, nell’essere felice, nell’essere libero: perché questo è l’ordine che egli inconsciamente ha ricevuto, e a cui deve obbedire, a patto di sentirsi “diverso”. Mai la diversità è stata una colpa così spaventosa come in questo periodo di tolleranza. L’uguaglianza non è stata infatti conquistata, ma è una falsa uguaglianza ricevuta in regalo”

 

«Non è affatto vero che io non credo nel progresso, io credo nel progresso. Non credo nello sviluppo. E nella fattispecie in questo sviluppo. Ed è questo sviluppo che da alla mia natura gaia una svolta tremendamente triste, quasi tragica»

 


«Il coraggio intellettuale della verità e la pratica politica sono due cose inconciliabili in Italia»

 


«Procreare è oggi un delitto ecologico»

 

(Pier Paolo Pasolini)

 

pas progr

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...